Generazioni

Ognuno, nel corso della propria vita, attraversa diverse fasi. Sebbene ciascuna biografia sia di per sé unica, ogni età presenta caratteristiche comuni a tutti gli individui. Anche dal punto di vista dei processi di integrazione, ogni età è contraddistinta da problematiche ben distinte.

Da parecchi anni l'attenzione si concentra soprattutto sui bambini e i giovani in quanto si situano in un processo di socializzazione. Da decenni, ormai, la promozione della loro integrazione è una necessità indiscussa, a cui si risponde con successo. Che si tratti dell'asilo, della scuola o dell'ambito della formazione professionale, gli istituti di formazione sono considerati luoghi importanti in cui si producono processi d'integrazione e che devono quindi ricevere sostegno.

Di recente sono diventati oggetto di studio anche altri gruppi d'età, tra cui, in particolare i bambini in età prescolare. Partendo dall'assunto che, nei primi anni di età, vengono gettate le basi per il futuro sviluppo sociale e professionale, gli sforzi d'integrazione sono rivolti anche ai bambini più piccoli e ai loro genitori.

Passando all'altro capo del ciclo della vita, un altro gruppo d'interesse sotto il profilo della politica d'integrazione è quello delle persone più anziane. Giunti all'età pensionabile, molti migranti decidono di non rientrare nel proprio Paese, come originariamente previsto, perché preferiscono restare vicini ai propri figli e alle rispettive famiglie, ormai stabilitisi in Svizzera.

Il dossier «Generazioni» raccoglie informazioni nonché rinvii a documenti e progetti sull'argomento.


Documentazione

Raccomandazioni

terra cognita

Links

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 18.12.2017