Istituzione nazionale per i diritti umani: Consultazione concernente la legge federale sul sostegno dell’istituzione nazionale per i diritti umani LIDU

Informazioni, CFM, 14.09.2017

Già nel 1993 – anno dell’adozione dei Principi di Parigi –, in occasione della Conferenza internazionale sui diritti umani a Vienna, la Svizzera si era detta del tutto favorevole alla creazione di istituzioni nazionali per i diritti umani. La CFM plaude alla decisione del Consiglio federale di creare un’istituzione nazionale per i diritti umani. In linea di massima approva anche il pertinente avamprogetto di legge. In alcuni punti vede tuttavia la necessità di alcuni interventi migliorativi:

in linea di principio la CFM persegue l’obiettivo di un’istituzione nazionale per i diritti umani che adempia integralmente i principi della Dichiarazione di Parigi. Pertanto auspica espressamente una soluzione istituzionale che garantisca l’indipendenza.

La CFM deplora l’assenza di un mandato quanto più possibile ampio qual è previsto dai Principi di Parigi. Un’organizzazione nazionale per i diritti umani indipendente dovrebbe essere finanziata mediante crediti federali sia per quanto riguarda le infrastrutture sia per quanto riguarda le spese operative. Ai sensi dei Principi di Parigi, la legge dovrebbe inoltre indicare che i diritti umani non sono soltanto promossi ma anche tutelati.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 14.09.2017