contakt-citoyenneté: 320'000 franchi per 30 eccellenti progetti multiculturali

Comunicati, CFM, 12.07.2012

Nel dicembre 2011 il Percento culturale Migros e la Commissione federale della migrazione (CFM) hanno lanciato il programma congiunto di promozione contakt-citoyenneté. Fino al 15 marzo 2012 sono pervenute 100 proposte di progetto. Una giuria di esperti ha scelto 30 idee: 17 progetti provenivano dalla Svizzera tedesca, 10 dalla Svizzera occidentale e 3 dal Ticino. I progetti vincitori ricevono finanziamenti per un totale di 320'000 franchi e verranno realizzati su base volontaria insieme agli enti competenti in materia d'integrazione.

ll programma di promozione contakt-citoyenneté, nato da una collaborazione pubblico-privato tra il Percento culturale Migros e la Commissione federale della migrazione, offre buone premesse affinché persone creative e impegnate possano sviluppare e attuare idee integrative. La risonanza positiva nei confronti del bando di concorso con circa 100 candidature dimostra che in tutta la Svizzera esistono persone che si impegnano su base volontaria nel settore dell'integrazione riuscendo a cambiare qualcosa. Una cosa è avere delle idee, un'altra è realizzare un progetto su base volontaria. Spesso un progetto fallisce perché mancano la rete di contatti, i mezzi finanziari o la sicurezza per superare eventuali difficoltà. Per questo motivo le 30 organizzazioni selezionate che hanno presentato il proprio progetto vengono non solo sostenute finanziariamente da contakt-citoyenneté, ma vengono anche accompagnate dalla solida rete di enti competenti in materia d'integrazione presenti nei Cantoni, nelle Regioni, nei Comuni e nelle città.

Nell'ambito dei loro progetti, i volontari desiderano fornire il loro aiuto in modo pratico, efficiente, a volte divertente e spigliato, diretto e sempre laddove si svolgono le attività: in occasione di manifestazioni sportive o culturali, nelle scuole, nei gruppi di gioco, nei caffè, nelle biblioteche o alla ricerca di un posto di apprendistato. Alcuni gruppi progettuali hanno sviluppato sorprendentemente nuovi approcci per affrontare la quotidianità. Alcuni cercano di affrontare apertamente anche argomenti più difficili, che richiedono una profonda riflessione pubblica e processi di apprendimento guidati, tramite programmi di mentoring, presentazioni o tavole rotonde.

Altre informazioni

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 12.07.2012