News

14.02.2020 - CFM

Cartine e tabelle interattivi forniscono informazioni in materia di naturalizzazione

Sulla questione di chi debba essere naturalizzato secondo la procedura ordinaria in Svizzera, Cantoni e Comuni hanno una voce autorevole in capitolo. Finora non sono stati pubblicati dati dettagliati. La Commissione federale della migrazione CFM e l’Università di Ginevra (UNIGE) hanno ora colmato questa lacuna attraverso una stretta collaborazione: cartine e tabelle interattivi forniscono informazioni in materia di naturalizzazione locale.

13.02.2020 - CFM

La Commissione federale della migrazione festeggia il suo cinquantesimo compleanno

La Commissione federale della migrazione CFM compie cinquant’anni: istituita in un periodo in cui il cosiddetto «inforestierimento» stava diventando una parola chiave nelle sfere politiche, la CFM opera da allora come istanza di consulenza e di riflessione collocandosi al centro della politica migratoria svizzera. Il 2020 segna anche l’inizio di una nuova legislatura: per i prossimi quattro anni sono stati nominati 12 nuovi membri e rinominati 18 membri in carica.

18.12.2019 - CFM

Persone escluse dal sistema dell’asilo: storie di vita, vie d’uscita, prospettive

Alcuni migranti non sono autorizzati a restare in Svizzera né come rifugiati né come persone ammesse provvisoriamente e sono quindi tenuti a lasciare il Paese. In occasione della Giornata internazionale dei migranti, la Commissione federale della migrazione CFM pubblica un rapporto, e le raccomandazioni da esso scaturite, sulle persone che vengono escluse dal sistema dell’asilo. Il rapporto, redatto dalla società esterna KEK Beratung, intende delineare i profili di questi individui, comprendere come vivono in seguito all’esclusione dal sistema dell’asilo, quali strade intraprendono e quali prospettive riescono a crearsi. Il documento include inoltre sei ritratti finalizzati a dare loro «un volto».

06.11.2019 - CFM

Previsioni sulla politica d’asilo: tra isolamento e solidarietà

Da diversi anni ormai la politica d’asilo è oggetto di critiche provenienti sia dagli ambienti di destra che di sinistra. Gli uni chiedono di inasprire le disposizioni legali, mentre gli altri rivendicano una maggiore apertura e soluzioni alternative. A fronte del numero crescente di profughi nel mondo, nel settore dell’asilo urgono nuove prospettive politiche, a livello europeo come a livello globale. La Commissione federale della migrazione CFM dedica a questa ricerca di prospettive il suo convegno annuale del 7 novembre 2019.

12.06.2019 - CFM

Donne migranti: il loro contributo alla Svizzera

In Svizzera le donne migranti appartengono alla realtà quotidiana: grazie al loro importante apporto in molti settori professionali, contribuiscono al buon funzionamento del Paese. Dirigenti, personale qualificato, titolari proattive di imprese, ma anche manodopera ausiliaria: queste donne fanno parte integrante dell’economia elvetica. Ma dove si collocano nella società rispetto agli uomini migranti o alle donne e agli uomini svizzeri? Quali possibilità sono loro offerte e quali ostacoli devono affrontare? Quale altro contributo forniscono al di là di quello economico? In occasione della giornata dello sciopero delle donne, la Commissione federale della migrazione CFM pubblica un rapporto contenente fatti e risposte.

03.04.2019 - CFM

Mostra "FUGGIRE"

Quotidianamente siamo confrontati con immagini di persone in fuga – dalla violenza, dalla guerra e dalla persecuzione. Devono abbandonare la loro casa, la loro famiglia e la loro patria affrontando un viaggio pericoloso e pieno di incertezze. L’esposizione illustra cosa significa essere in fuga e giungere in un luogo in cui non si è attesi da alcuno. Proseguendo il suo successo l’esposizione itinerante è ora giunta alla sua ultima tappa, il Museo storico ed etnografico di San Gallo, dove è visitabile dal 6 aprile 2019 al 5 gennaio 2020.

12.03.2019 - CFM

Naturalizzazione agevolata dei giovani stranieri della terza generazione: la CFM stila un bilancio

Dal 15 febbraio 2018 gli stranieri i cui nonni hanno vissuto in Svizzera hanno la possibilità di ottenere la naturalizzazione agevolata. A un anno di distanza la Commissione federale della migrazione CFM stila un bilancio della situazione sulla base di un sondaggio realizzato su suo incarico: dal rapporto della CFM emerge che, dei 25 000 giovani stranieri registrati come appartenenti alla terza generazione, circa 3000 hanno manifestano un chiaro interesse a essere naturalizzati, 1065 hanno presentato domanda e 309 sono stati naturalizzati con questa procedura. Un problema nell’ingranaggio è stato identificato nel fatto di dover dimostrare che un genitore aveva frequentato la scuola dell’obbligo per almeno cinque anni in Svizzera, requisito difficile da soddisfare considerata la realtà dei nonni migranti.

18.12.2018 - CFM

Possedere due nazionalità significa non dover scegliere tra l’una o l’altra

Uno Svizzero su quattro, all’interno come all’esterno dei confini nazionali, ha almeno due nazionalità. Sempre più persone acquisiscono la doppia cittadinanza alla nascita. L’aumento del numero di Svizzeri con doppia nazionalità mette viepiù tra parentesi la classificazione semplicistica tra «Svizzeri» e «stranieri». La doppia cittadinanza riflette una realtà della nostra società. Tuttavia il fenomeno non cessa di risvegliare emozioni e di sollevare quesiti, primi tra tutti quelli dell’appartenenza e della lealtà. Gli esempi più evidenti sono gli sportivi e i politici binazionali. Lo studio della Commissione federale della migrazione CFM presenta per la prima volta una panoramica a 360 gradi sull’evoluzione del fenomeno con le opportunità e i rischi che comporta.

28.11.2018 - CFM

La CFM appoggia la sigla da parte svizzera del patto mondiale sulla migrazione

La Commissione federale della migrazione CFM appoggia la partecipazione svizzera al patto dell’ONU sulla migrazione. Il patto è un’iniziativa su scala mondiale a favore di una politica migratoria perenne ed efficace; offre vantaggi diretti per la politica migratoria della Svizzera. I 23 obiettivi che i Paesi si sono impegnati a raggiungere aderendo al patto sono misurati ed equilibrati. Ogni Stato può decidere in autonomia quali strumenti attuare. Il patto stipula espressamente che gli Stati potranno continuare a definire la propria politica migratoria e regolamentare la migrazione.

07.11.2018 - CFM

Ripensare lo Stato: partecipazione, diritti politici, cittadinanza, nazionalità

Il convegno annuale della Commissione federale della migrazione CFM, che si terrà l’8 novembre 2018 alla Kursaal di Berna, sarà nuovamente dedicato al tema "Ripensare lo Stato", ma questa volta l’attenzione si concentrerà sulle questioni di partecipazione, diritti politici e cittadinanza: che cosa significa "nazionalità" in una società altamente mobile, in cui sempre più persone possiedono più di un passaporto? Il pensiero dicotomico (da una parte gli Svizzeri – dall’altra gli stranieri) ha ancora senso se circa un quarto degli Svizzeri ha la doppia cittadinanza? Quali possibilità ha chi vive in Svizzera ma non ha il passaporto rosso di partecipare alle decisioni politiche?

25.10.2018 - CFM

L’iniziativa per l’autodeterminazione indebolisce i diritti fondamentali

In Svizzera, l’iniziativa per l’autodeterminazione indebolisce i diritti umani internazionali e priva il Paese della possibilità di presentare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo (Corte EDU). Mette inoltre a repentaglio la certezza del diritto nelle relazioni internazionali e compromette la credibilità della Svizzera quale partner contrattuale affidabile. Tutto ciò ha conseguenze di vasta portata, soprattutto per un Paese piccolo come la Svizzera.

19.09.2018 - CFM

Mostra "FUGGIRE"

Ogni giorno ci giungono nuove immagini di persone in fuga. La mostra "Fuggire" cerca di farci capire cosa significa veramente dover abbandonare casa, lavoro, famiglia e patria per arrivare in un luogo dove nessuno vi aspetta. I Paesi maggiormente colpiti sono quelli di provenienza o immediatamente vicini. "Fuggire" si interroga tuttavia anche sulle conseguenze per la Svizzera e per Lucerna. La mostra itinerante, che ha già riscontrato ampio successo in altre località svizzere, sarà ospite del Museo di storia di Lucerna dal 5 ottobre 2018 al 10 marzo 2019.

15.02.2018 - CFM

La CFM agevola la naturalizzazione agevolata

Da subito i giovani stranieri i cui nonni sono vissuti in Svizzera hanno la possibilità di ottenere la naturalizzazione agevolata. Con un videoclip e un sito internet sul tema, la Commissione federale della migrazione CFM si rivolge ai giovani stranieri della terza generazione per spiegare loro passo per passo come beneficiare di questa nuova possibilità.

18.12.2017 - CFM

Preparare la società all’integrazione

Un’integrazione riuscita presuppone l’impegno degli immigrati ma anche un atteggiamento d’apertura della società d’accoglienza. L’attuale dibattito politico si focalizza tuttavia sempre più sul percorso individuale d’integrazione, attribuendo la responsabilità esclusivamente agli immigrati. Ciò emerge ad esempio dalle ordinanze concernenti la nuova legge sugli stranieri e sull’integrazione, nonché dal diritto in materia di cittadinanza, che prevede l’esame dell’adempimento dei requisiti per l’integrazione. In occasione della Giornata internazionale dei migranti, la Commissione federale della migrazione CFM rammenta la sua posizione e presenta delle raccomandazioni, in cui ribadisce l’interpretazione dell’integrazione come un processo dinamico che riguarda la società intera e chiama in causa anche la società di accoglienza.

08.11.2017 - CFM

Ripensare lo Stato: frontiere e nuove patrie

Le frontiere introducono un certo ordine territoriale e attribuiscono giuridicamente le persone a un territorio statale concreto. Linee di demarcazione immaginarie nate dal nostro modo di concepire la realtà suddividono le persone in categorie sociali e contesti vitali diversi. Eppure la nostra realtà quotidiana – l’organizzazione del tempo libero, gli intrecci economici e i processi lavorativi, le nostre interazioni come anche la nostra autopercezione – è viepiù transfrontaliera. Come influiscono queste frontiere fisiche e immaginarie, ovvero come influisce il loro affievolirsi, sulla vita delle persone e sullo Stato? Queste domande saranno al centro del convegno della CFM di quest’anno, che si terrà il 9 novembre e durante il quale oseremo gettare uno sguardo visionario a nuove patrie oltre la nozione di frontiere.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 23.01.2018