News

18.12.2018 - CFM

Possedere due nazionalità significa non dover scegliere tra l’una o l’altra

Uno Svizzero su quattro, all’interno come all’esterno dei confini nazionali, ha almeno due nazionalità. Sempre più persone acquisiscono la doppia cittadinanza alla nascita. L’aumento del numero di Svizzeri con doppia nazionalità mette viepiù tra parentesi la classificazione semplicistica tra «Svizzeri» e «stranieri». La doppia cittadinanza riflette una realtà della nostra società. Tuttavia il fenomeno non cessa di risvegliare emozioni e di sollevare quesiti, primi tra tutti quelli dell’appartenenza e della lealtà. Gli esempi più evidenti sono gli sportivi e i politici binazionali. Lo studio della Commissione federale della migrazione CFM presenta per la prima volta una panoramica a 360 gradi sull’evoluzione del fenomeno con le opportunità e i rischi che comporta.

28.11.2018 - CFM

La CFM appoggia la sigla da parte svizzera del patto mondiale sulla migrazione

La Commissione federale della migrazione CFM appoggia la partecipazione svizzera al patto dell’ONU sulla migrazione. Il patto è un’iniziativa su scala mondiale a favore di una politica migratoria perenne ed efficace; offre vantaggi diretti per la politica migratoria della Svizzera. I 23 obiettivi che i Paesi si sono impegnati a raggiungere aderendo al patto sono misurati ed equilibrati. Ogni Stato può decidere in autonomia quali strumenti attuare. Il patto stipula espressamente che gli Stati potranno continuare a definire la propria politica migratoria e regolamentare la migrazione.

07.11.2018 - CFM

Ripensare lo Stato: partecipazione, diritti politici, cittadinanza, nazionalità

Il convegno annuale della Commissione federale della migrazione CFM, che si terrà l’8 novembre 2018 alla Kursaal di Berna, sarà nuovamente dedicato al tema "Ripensare lo Stato", ma questa volta l’attenzione si concentrerà sulle questioni di partecipazione, diritti politici e cittadinanza: che cosa significa "nazionalità" in una società altamente mobile, in cui sempre più persone possiedono più di un passaporto? Il pensiero dicotomico (da una parte gli Svizzeri – dall’altra gli stranieri) ha ancora senso se circa un quarto degli Svizzeri ha la doppia cittadinanza? Quali possibilità ha chi vive in Svizzera ma non ha il passaporto rosso di partecipare alle decisioni politiche?

25.10.2018 - CFM

L’iniziativa per l’autodeterminazione indebolisce i diritti fondamentali

In Svizzera, l’iniziativa per l’autodeterminazione indebolisce i diritti umani internazionali e priva il Paese della possibilità di presentare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo (Corte EDU). Mette inoltre a repentaglio la certezza del diritto nelle relazioni internazionali e compromette la credibilità della Svizzera quale partner contrattuale affidabile. Tutto ciò ha conseguenze di vasta portata, soprattutto per un Paese piccolo come la Svizzera.

19.09.2018 - CFM

Mostra "FUGGIRE"

Ogni giorno ci giungono nuove immagini di persone in fuga. La mostra "Fuggire" cerca di farci capire cosa significa veramente dover abbandonare casa, lavoro, famiglia e patria per arrivare in un luogo dove nessuno vi aspetta. I Paesi maggiormente colpiti sono quelli di provenienza o immediatamente vicini. "Fuggire" si interroga tuttavia anche sulle conseguenze per la Svizzera e per Lucerna. La mostra itinerante, che ha già riscontrato ampio successo in altre località svizzere, sarà ospite del Museo di storia di Lucerna dal 5 ottobre 2018 al 10 marzo 2019.

15.02.2018 - CFM

La CFM agevola la naturalizzazione agevolata

Da subito i giovani stranieri i cui nonni sono vissuti in Svizzera hanno la possibilità di ottenere la naturalizzazione agevolata. Con un videoclip e un sito internet sul tema, la Commissione federale della migrazione CFM si rivolge ai giovani stranieri della terza generazione per spiegare loro passo per passo come beneficiare di questa nuova possibilità.

18.12.2017 - CFM

Preparare la società all’integrazione

Un’integrazione riuscita presuppone l’impegno degli immigrati ma anche un atteggiamento d’apertura della società d’accoglienza. L’attuale dibattito politico si focalizza tuttavia sempre più sul percorso individuale d’integrazione, attribuendo la responsabilità esclusivamente agli immigrati. Ciò emerge ad esempio dalle ordinanze concernenti la nuova legge sugli stranieri e sull’integrazione, nonché dal diritto in materia di cittadinanza, che prevede l’esame dell’adempimento dei requisiti per l’integrazione. In occasione della Giornata internazionale dei migranti, la Commissione federale della migrazione CFM rammenta la sua posizione e presenta delle raccomandazioni, in cui ribadisce l’interpretazione dell’integrazione come un processo dinamico che riguarda la società intera e chiama in causa anche la società di accoglienza.

08.11.2017 - CFM

Ripensare lo Stato: frontiere e nuove patrie

Le frontiere introducono un certo ordine territoriale e attribuiscono giuridicamente le persone a un territorio statale concreto. Linee di demarcazione immaginarie nate dal nostro modo di concepire la realtà suddividono le persone in categorie sociali e contesti vitali diversi. Eppure la nostra realtà quotidiana – l’organizzazione del tempo libero, gli intrecci economici e i processi lavorativi, le nostre interazioni come anche la nostra autopercezione – è viepiù transfrontaliera. Come influiscono queste frontiere fisiche e immaginarie, ovvero come influisce il loro affievolirsi, sulla vita delle persone e sullo Stato? Queste domande saranno al centro del convegno della CFM di quest’anno, che si terrà il 9 novembre e durante il quale oseremo gettare uno sguardo visionario a nuove patrie oltre la nozione di frontiere.

26.09.2017 - CFM

Raccomandazioni per il riassetto del settore dell’asilo: focus sulla concessione della protezione

Con il riassetto saranno introdotte procedure celeri che modificheranno radicalmente l’impostazione dell’intero settore dell’asilo. La Commissione federale della migrazione CFM raccomanda di accordare la massima priorità all’idea di protezione. Il rispetto delle esigenze delle persone bisognose di protezione, la loro integrazione quanto più possibile veloce e l’efficacia delle procedure saranno i criteri in base ai quali dovranno essere misurate la credibilità e la qualità delle procedure d’asilo.

12.09.2017 - CFM

CFM e FSAG sostengono la partecipazione politica dei giovani

«Citoyenneté» – Sotto questa insegna, la Commissione federale della migrazione CFM e la Federazione svizzera delle attività giovanili (FSAG) sostengono la partecipazione politica dei giovani. L’obiettivo di questo partenariato è di rafforzare ulteriormente la codecisione e la partecipazione dei bambini e dei giovani in seno alla società. La CFM e la FSAG sono convinte che una maggiore partecipazione politica dei giovani sia pegno di coesione sociale anche per il futuro.

22.05.2017 - CFM

«Nel piccolo fare grandi cose»

La giornata nazionale relativa al programma di promozione «contakt-citoyenneté» prevista per il 23 maggio 2017 presso l’Hôtel de Ville a Berna è incentrata sull’impegno volontario della società civile per la convivenza interculturale. 150 esperte ed esperti, promotori di progetti e persone interessate si confrontano sulle molteplici sfide sviluppando nuove idee e approcci. Tali iniziative cittadine sono un importantissimo pilastro nella promozione dell’integrazione. Attivare questo potenziale presso la popolazione è l’obiettivo a cui mira il programma «contakt-citoyenneté», un impegno comune della Commissione federale della migrazione e del Percento culturale Migros.

04.04.2017 - CFM

Che cosa vuol dire essere in fuga?

Ogni giorno ci giungono nuove immagini di persone costrette a fuggire. Ma che cosa significa dover abbandonare la casa, il lavoro, la famiglia, il proprio Paese? La mostra FUGGIRE, allestita nel Museo cittadino di Aarau, consente alle visitatrici e ai visitatori di farsi un’idea di che cosa vuol dire vivere questa esperienza. Dopo il successo riscontrato presso il museo nazionale di Zurigo, la mostra itinerante FUGGIRE sarà visibile dal 6 aprile al 17 settembre 2017 al museo cittadino di Aarau. Dal 18 maggio 2017 sarà completata mediante 10 storie di fuggiaschi stabilitisi nella capitale argoviese. L’inaugurazione avrà luogo il 5 aprile 2017.

21.03.2017 - CFM

Nuovo statuto di protezione con prospettiva di restare in Svizzera in sostituzione dell’ammissione provvisoria

Berna. La Commissione federale della migrazione sottolinea l’urgenza di sostituire l’ammissione provvisoria, misura sostitutiva rivelatasi insoddisfacente, mediante un nuovo statuto di protezione. Plaude pertanto agli sforzi profusi dal Consiglio federale alla ricerca di alternative all’ammissione provvisoria. Il rapporto del Consiglio federale «Ammissione provvisoria e persone bisognose di protezione: analisi e possibilità d’azione» propone tre varianti. La CFM predilige la seconda opzione d’azione, che prevede la creazione di un nuovo statuto. Il nuovo statuto dovrebbe tuttavia delimitare chiaramente l’entità del carattere temporaneo.

09.03.2017 - CFM

Storie di migrazione e appartenenze

Berna. Il numero di persone con un passato migratorio aumenta di continuo. Che implicazioni ha questo fenomeno per una società e come viene affrontato? Come si collocano le persone, con o senza esperienze migratorie? Quanto conta poter chiamare un luogo «casa mia», la «mia patria»? La Commissione federale della migrazione CFM affronta queste domande nel nuovo numero di terra cognita.

13.01.2017 - CFM

Naturalizzazione agevolata per i giovani della terza generazione

Berna. Uno straniero residente in Svizzera su quattro è nato nel nostro Paese. In molti casi già un genitore o un nonno è nato o cresciuto in Svizzera. Questi nipoti di immigrati fanno parte della nostra società. Stranieri, lo sono soltanto sulla carta. Il 12 febbraio Popolo e Cantoni decideranno se concedere la naturalizzazione agevolata ai giovani stranieri della terza generazione bene integrati. La Commissione federale della migrazione CFM appoggia la modifica costituzionale: è ora che la Svizzera riconosca i propri figli!

19.12.2016 - CFM

Ripensare l’accesso al mercato del lavoro

Berna. In una presa di posizione, la Commissione federale della migrazione (CFM) raccomanda di ripensare le strategie di integrazione nel mercato del lavoro. La globalizzazione e la digitalizzazione vanno di pari passo con una domanda di persone più qualificate. Rileva inoltre che è cambiata la composizione dei gruppi di migranti: una persona su due arriva in Svizzera per un ricongiungimento familiare, per studiare o per chiedere asilo. Sono quindi necessarie nuove strutture, che tengano conto di questi cambiamenti e che consentano a tutti, Svizzeri e immigrati, di integrarsi a lungo termine nel mercato del lavoro.

31.10.2016 - CFM

Società delle migrazioni e mondo del lavoro in trasformazione

I rapidissimi cambiamenti in ambito tecnico e la globalizzazione modificano profondamente il mondo del lavoro. I flussi migratori in aumento e l’attuazione dell’iniziativa sull’immigrazione di massa pongono la società svizzera delle migrazioni dinanzi a nuove sfide. Quali ripercussioni ha sulla società questa trasformazione del mondo del lavoro e dell’immigrazione? Che significato ha il lavoro in una società pluralistica? La Commissione federale della migrazione dedica il proprio convegno annuale del 2 novembre 2016 a queste domande e nuove sfide.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 13.01.2017