<
>
È il cambiamento a far paura, non la migrazione

Come viene percepita la migrazione dalla popolazione residente? Lo studio fornisce un quadro diversificato delle sensibilità dei vari gruppi della popolazione: sebbene la migrazione venga percepita come parte del cambiamento sociale, non è la migrazione in sé a far paura, bensì gli effetti collaterali della crescita.

Politica europea in materia di migrazione e di asilo: anche la Svizzera ha una responsabilità

Le sfide sotto il profilo dei diritti dell’uomo insite nel nuovo patto europeo sulla migrazione e l’asilo sono considerevoli. Nella sua presa di posizione la CFM raccomanda pertanto che la Svizzera si impegni con determinazione a favore della tutela dei rifugiati in seno agli organi europei nei quali può avere voce in capitolo e partecipare alla definizione di processi e politiche.

«Noi», chi?

In che misura la Svizzera non è solamente un Paese delle «quattro culture» – intese solitamente nel senso delle quattro regioni linguistiche – ma piuttosto una società cui sono proprie le nazionalità multiple, le relazioni transazionali e la diversità. Questo numero anniversario di terra cognita è dedicato a queste domande e traccia vie per un Nuovo Noi.

Per una Svizzera che va oltre il «Noi» e gli «Altri»

Nella sua presa di posizione la CFM sostiene a chiare lettere che gli scenari di pericolo evocati sia dai fautori che dagli oppositori dell’Iniziativa per la limitazione del 27 settembre 2020 distraggono dalle sfide centrali che la Svizzera dovrà affrontare.

Percorso virtuale e materiale didattico digitale

L'esposizione FUGGIRE è ora è disponibile in versione digitale e materiale didattico online per le scuole.

Avvio del Programma «Nuovo Noi – cultura, migrazione, partecipazione»

Via libera alla presentazione dei progetti per il Programma d’incentivazione «Nuovo Noi»! Saranno sovvenzionati i progetti che mettono in discussione i modelli stereotipati del «Noi» contrapposto agli «Altri» e che valorizzano il paesaggio culturale poliedrico che caratterizza la Svizzera in quanto società delle migrazioni.

Cinquant’anni di dibattiti sugli stranieri

Nel 1970 gli aventi diritto di volto si sono espressi per la prima volta sull’«inforestierimento». Da allora l’immigrazione è stata periodicamente oggetto di discussioni e interventi parlamentari dalla forte carica emotiva. Per saperne di più sulla retorica di opposizioni e xenofobia che ha contraddistinto gli ultimi cinquant’anni di storia, ma anche sul filone parallelo delle controproposte, consultate il recente studio redatto su incarico della CFM.

Podcast «Siamo qui»

Una serie di podcasts dal titolo «Siamo qui» sottolinea per una volta i 50 anni di migrazione in Svizzera. Inizio: 30 aprile 2020

Migration im Fokus 2019 – Migration plein cadre 2019

Der Jahresbericht 2019 mit den wichtigsten Tätigkeiten und Veröffentlichungen der EKM ist online – Le rapport annuel 2019 aves les principales activités et les publications de la CFM est online !

Cartine e tabelle interattive forniscono informazioni in materia di naturalizzazione

In materia di naturalizzazione ordinaria finora non erano disponibili dati dettagliati. L’Università di Ginevra e la CFM hanno ora sviluppato, attraverso una stretta collaborazione, uno strumento per confrontare le differenze locali in materia di naturalizzazione ordinaria.

News

Alle

Per visualizzare i comunicati stampa è necessaria Java Script. Se non si desidera o può attivare Java Script può utilizzare il link sottostante con possibilità di andare alla pagina del portale informativo dell’amministrazione federale e là per leggere i messaggi.

Portale informativo dell’amministrazione federale

Pubblicazioni

Jahresbericht 2018

Migration im Fokus
Migration plein cadre

Rapporti annuali della CFM

terra cognita

Rivista svizzera dell’integrazione e della migrazione

Schutz für Vertriebene

Rapporti e studi

su diversi temi importanti della migrazione

Persone escluse dal sistema dell’asilo

Raccomandazioni

su diversi temi importanti della migrazione

https://www.ekm.admin.ch/content/ekm/it/home.html