Il Consiglio federale è favorevole a nuove norme per l'interruzione della gravidanza - Il popolo voterà contemporaneamente su entrambi i progetti concernenti l'interruzione della gravidanza

Berna, 29.08.2001 - Il Consiglio federale sostiene la soluzione dei termini decisa dal Parlamento. Esso giudica accettabile questa nuova normativa dell'interruzione della gravidanza, poiché tiene conto della situazione sociale. Esso ha quindi deciso di sottoporre contemporaneamente a votazione popolare la soluzione dei termini e l'iniziativa, a carattere restrittivo, "per madre e bambino".

Il Consiglio federale ha affermato piú volte nel passato la necessità di cambiare le norme penali sull'interruzione della gravidanza. Durante i dibattiti parlamentari esso si è schierato per il modello che prevede la protezione, abbinato all'obbligo della consulenza. Il modello "protettivo" essendo stato bocciato in Parlamento ed essendo urgente un nuovo disciplinamento dell'interruzione della gravidanza, il Consiglio federale si schiera oggi a favore della soluzione dei termini, decisa dal Parlamento.

Riguardo all'iniziativa popolare "per madre e bambino" il Consiglio federale ha già chiaramente espresso il suo rifiuto nel messaggio del 16 novembre 2000. Il disciplinamento proposto sarebbe francamente più restrittivo della prassi dominante nella maggior parte dei Cantoni e non lascerebbe alcun diritto di autodeterminazione alla donna. Secondo il Consiglio federale la protezione della vita del nascituro non deve essere garantita unicamente con il diritto penale, ma esige una concezione politica e sociale piú globale.

Una sola votazione

Per il Consiglio federale è problematico sottoporre in votazione prima la soluzione dei termini e poi l'iniziativa "per madre e bambino". Né la popolazione né i partiti e le organizzazioni interessate capirebbero perché in breve tempo si debba votare due volte su una questione estremamente emotiva come l'interruzione della gravidanza. Dovesse succedere, fatto altamente improbabile, che entrambi i progetti siano accettati, le disposizioni costituzionali quali sono richieste dall'iniziativa popolare avrebbero la preferenza rispetto alla soluzione dei termini proposta dal Parlamento. Il testo parlamentare è infatti ancorato soltanto a livello di legge e la disposizione transitoria dell'iniziativa popolare vieterebbe immediatamente dopo la sua accettazione praticamente ogni interruzione di gravidanza.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale di giustizia, T +41 58 462 48 48


Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 24.04.2023

Inizio pagina

Abonnarsi ai comunicati

https://www.ekm.admin.ch/content/bj/it/home/aktuell/mm.msg-id-22934.html