Soggiorni brevi con attività lucrativa

Gran parte delle persone che vengono in Svizzera per svolgere un’attività lucrativa in virtù di un permesso di soggiorno di breve durata (permesso L) o soggetti all’obbligo di notifica provengono da Stati dell’UE/AELS, ossia lavoratori dipendenti assunti in Svizzera, lavoratori dipendenti distaccati in Svizzera da ditte con sede all’estero o lavoratori autonomi – nei tre i casi al beneficio della libera circolazione delle persone – la cui attività lucrativa si estendeva su un periodo di durata determinata. Le persone soggette ad obbligo di notifica provenienti dagli Stati UE/AELS non necessitano di alcun permesso di soggiorno se svolgono attività lucrativa in Svizzera per non più di 90 giorni all’anno; basta che si annuncino presso le autorità del lavoro cantonali. Solo una piccola minoranza di persone con permesso L proviene da Stati terzi, in quanto l’approvazione è limitata a persone altamente qualificate.

Una forma speciale di migrazione del lavoro

Da qualche tempo a questa parte i soggiorni brevi in Svizzera sono spesso un tema in discussione. Si tratta di ditte subappaltatrici attive nell’edilizia e nei settori accessori dell’edilizia, svanite nel nulla dopo aver svolto mandati sottoprezzo, come anche gli «angeli venuti dalla Polonia», ossia badanti impiegate praticamente ventiquattro ore al giorno durante alcune settimane per assistere persone anziane a domicilio, oppure gli ausiliari agricoli provenienti dall’est europeo impiegati per la raccolta delle fragole o delle ciliegie. Ma si parla tanto anche di persone altamente qualificate chiamate a svolgere in Svizzera mandati di breve durata nel settore ICT o inviate in Svizzera in vista di un trasferimento di know-how. Sono stati sollevati quesiti riguardanti la concorrenza nei confronti della manodopera nazionale e avanzate proposte di misure volte a meglio sfruttare il potenziale della manodopera nazionale.

Nel 2013 la CFM ha analizzato a fondo in uno studio le condizioni di vita e di lavoro di persone con un soggiorno breve sviluppando delle raccomandazioni in merito.

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 14.06.2018