Sostegno prima infanzia

Nel dibattito pubblico attuale è prestata particolare attenzione al settore del sostegno alla prima infanzia. Esso è molto importante per ogni bambino in quanto promuove le facoltà motorie, linguistiche, cognitive e sociali. I bambini che crescono in famiglie svantaggiate dal punto di vista socioeconomico rischiano maggiormente di essere sfavoriti nel loro sviluppo durante i primi anni di vita. Le famiglie di lingua straniera sono particolarmente toccate da tale fenomeno. Le opportunità del bambino al momento di accedere all'asilo o alla scuola possono risultarne scemate, rischiando di compromettere l'ulteriore integrazione. Su tale base, la SEM e la CFM hanno finanziato numerosi progetti per il periodo 2009-2011 sul tema della promozione dell'integrazione nel settore del sostegno alla prima infanzia.

Elenco dei progetti sostenuti

Promozione dell'integrazione nel settore del sostegno alla prima infanzia

Su incarico dell'UFM e della SEM, l'Alta scuola pedagogica di Lucerna ha condotto una valutazione del programma intitolato «Promozione dell'integrazione nel settore del sostegno alla prima infanzia», analizzandone in particolare l'impatto nonché le problematiche da esso scaturite. Ha altresì evidenziato le buone pratiche e formulato alcune raccomandazioni su come impostare, in futuro, la promozione dell’integrazione nel settore del sostegno alla prima infanzia.

Nel programma si sono inscritti numerosi progetti, il che ha spronato l'implementazione, l'ampliamento e il coordinamento delle misure più disparate nonché il dibattito sulla tematica affrontata. Data la loro grande varietà, i progetti hanno esplicato i propri effetti in diverse direzioni.

Alcuni progetti si rivolgevano agli specialisti dell'integrazione nel settore del sostegno alla prima infanzia e lo scopo era quello di metterli in condizione di studiare le esperienze dei bambini. Da questi progetti è emersa una domanda molto forte di corsi di perfezionamento nel settore della prima infanzia nei quali vengano prese in esame le esigenze particolari dei migranti.

Altri progetti erano indirizzati ai bambini e ai rispettivi genitori o alle persone incaricate della loro cura e l'obiettivo era quello di migliorare l'accesso alle strutture esistenti. Questi progetti hanno messo in luce l'importanza delle offerte di bassa soglia e hanno contribuito a perfezionare quelle esistenti.

Un terzo gruppo di progetti si è concentrato sul piano teorico. Rendendo possibili discussioni con gli specialisti, hanno permesso di costruire spazi concreti di cooperazione e di delineare diverse modalità collaborative.

Rapporto d'evaluazione (versione integrale in tedesco)
tedesco

Rapporto d'evaluazione: riassunto

Altre informazioni

Publicazioni

mat_fruehfoerderung_i-1
mat_fruehfoerderung_f

vai a inizio pagina Ultimo aggiornamento 07.02.2019

Contatto

Contatto / informazioni

Commissione federale della migrazione
T
+41 58 465 91 16
Contatto

Cartina

Commissione federale della migrazione

Quellenweg 6
3003 Berna-Wabern

Quellenweg 6, Berna

Mostra sulla cartina